Chiamati,

Trasformati

e Inviati

 

Basiliche Romane

Chiesa di Sant’Ignazio di Loyola a Campo Marzio

La storia della chiesa di sant’Ignazio a Roma è legata alle origini del Collegio Romano fondato da sant’Ignazio di Loyola nel 1551.

Quando il numero degli studenti cresce, papa Gregorio XV affida a Orazio Grassi il progetto di costruzione di una chiesa dedicata a sant’Ignazio di Loyola. La nuova chiesa è consacrata nel 1722.

La chiesa è visitata ogni giorno da pellegrini e turisti da tutto il mondo:

  • per le opere artistiche barocche;

  • per gli eventi culturali;

  • per gli incontri spirituali proposti;

  • per i santi gesuiti qui sepolti: Luigi Gonzaga, Roberto Bellarmino, Giovanni Berchmans.

 

Per saperne di più: santignazio.gesuiti.it

Basilica Santa Maria Sopra Minerva

La basilica di Santa Maria sopra Minerva (Latino: basilica Sanctae Mariae supra Minervam) è uma basilica di Roma situata nel rione Pigna, in piazza della Minerva, nelle vicinanze del Pantheon

La basilica ospita inoltre le spoglie di Caterina da Siena, compatrona di Roma Italia Europa proclamata dottore della Chiesa nel 1970 e del pittore mistico Beato Angelico proclamato “Patrono universale degli artisti” mel 1984, nonché un pregevole affresco di Melizzo da Forli.

 

Per saperne di più: santamariasopraminerva.it

BASILICA SANT’ANDREA DELLA VALLE

Innalzata nel 1960 e insignita dal 20 dicembre 1965 col titolo di Basilica minore, Sant’Andrea della Valle è la Chiesa dell’odierna Casa generalizia dei Chierici Regolari Teatini, fondati a Roma il 14 settembre 1524, da San Gaetano Thiene e dal venerabile Gian Pietro Carafa, vescovo di Chieti, futuro Paolo IV.

Oltre alla sua grandiosità e bellezza, che la distinguono da altre chiese di Roma, la basilica teatina ospita dal 1623 le salme di due Sommi Pontefici: Pio II e Pio III, le reliquie di due santi Martiri: Antonio e Fortunato e le sacre spoglie del Cardinale teatino San Giuseppe Maria Tomasi. In essa, si venera la memoria di tantissimi altri santi canonizzati che ivi hanno svolto il loro sacro ministero.

 

Per saperne di più: santandrea.teatinos.org

BASILICA DI SAN PIETRO

La basilica di San Pietro in Vaticano, ufficialmente papale basilica maggiore di San Pietro in Vaticano. È la più grande delle quattro basiliche papali di Roma ed è spesso descritta come la più grande chiesa del mondo sia per le sue dimensioni sia, metaforicamente, per la sua importanza come centro del cattolicesimo.

In quanto cappella pontificia, posta in adiacenza del Palazzo Apostolico, la basilica di San Pietro è la sede delle principali manifestazioni del culto cattolico ed è perciò in solenne funzione in occasione delle principali celebrazioni papali. Sotto il pontificato di Pio IX ospitò le sedute del Concilio Vaticano I e sotto papa Giovanni XXIII e Paolo VI quelle del Concilio Vaticano II.

Oltre alla sua importanza liturgica, per via della sua storia millenaria, le maestranze coinvolte, l’eccezionale qualità tecnica e artistica, nonché l’enorme e duratura influenza esercitata sull’architettura successiva, la basilica di San Pietro è ampiamente considerata uno dei capolavori assoluti e uno degli esiti più importanti della storia dell’architettura, ed è inclusa all’interno del Patrimonio dell’umanità UNESCO denominato Città del Vaticano e istituito nel 1984.

La costruzione dell’attuale basilica di San Pietro fu iniziata il 18 aprile 1506 sotto papa Giulio II e si concluse nel 1626, durante il pontificato di papa Urbano VIII, mentre la sistemazione della piazza antistante si concluse solo nel 1667.

 

Per saperne di più: basilicasanpietro.va

CHIAMATI, TRASFORMATI E INVIATI

Roma, 2 – 4 novembre 2023

Messages only