Ringrazio il Signore che attraverso il Comitato Internazionale di Servizio della Comunità Gesù Risorto mi ha chiamato a partecipare alla veglia del 31 ottobre organizzata da CHARIS. Per me è stata una cosa inaspettata e non avrei mai pensato di farne parte!! È stata un’esperienza meravigliosa condivisa insieme agli altri fratelli da tutte le parti del mondo e nonostante ognuno parlasse la propria lingua eravamo uniti nello Spirito. Spero che questo incontro non sia l’ultimo ma che ci saranno altri momenti da condividere insieme magari anche dal vivo. 

Giusy Avvisati – Italia

 

 

 

Il 31 ottobre alcuni giovani della comunità Gesù risorto si sono riuniti insieme a tanti giovani provenienti da diverse realtà del rinnovamento carismatico cattolico presenti nel mondo, per vivere un momento di preghiera e di veglia in occasione della festa di tutti i santi organizzata da CHARIS. I giorni precedenti all’evento sono stati accompagnati da una grande gioia ed emozione e comunione tra noi giovani chiamati a mettere a servizio il dono del canto in lingue. Come poter descrivere cosa è stato per me quel momento.. Ho avvertito una forte comunione e nel momento del canto in lingue, animato da circa 200 persone collegate su zoom, ho sentito il fuoco dello Spirito Santo che con il suo vento ha attraversato ogni persona presente collegata dalla sua casa e riunito in un’unica voce, quella dello spirito, tutto il mondo. Posso testimoniare che è il Signore che ha armonizzato le nostre voci perché durante le prove non c’era armonia e solo lui poteva compiere questa grazia. Nonostante le difficoltà della diretta, in quel momento eravamo profondamente connessi, sembrava di essere tutti lì in presenza, alla presenza del Signore che ci prendeva per mano per innalzare una grande lode a lui e andare oltre ogni barriera fisica e anche spirituale. Lode a Gesù per la grazia che ci hai donato, lui ci chiede ancora di portare l’annuncio della risurrezione. Quello che sento nel cuore è una profonda gratitudine al Signore per avermi chiamato per primo a svolgere questo piccolo servizio e aver riempito il mio cuore. È stato bellissimo poiché il Signore ha riacceso ancora di più in me il desiderio di servirlo in particolare con il canto. in questi giorni sta continuando a richiamarmi su questo e a parlarmi.. Mi chiede e ci chiede di mettere a frutto i talenti e i doni che lui ci ha dato e non nasconderli. Mi invita a scoprire nuove strade di comunicazione e di evangelizzazione. Strade che prima erano sconosciute e nemmeno pensavo potessero essere realizzabili.. Come utilizzare lo strumento del web per innalzare una grande lode a lui. Ad ognuno di noi chiede di mettere a frutto i suoi doni. Ora più che mai, in questo momento storico così particolare, sentiamoci strumenti di speranza, di gioia, di amore per tanti giovani, e non solo, che non hanno conosciuto l’amore del Signore. Facciamoci autentici testimoni. Partecipare a questo evento organizzato da CHARIS è stato per me un grande segno, un segno di speranza e gioia di una Chiesa che cammina nell’unità e sento di dire ad ognuno di voi di sentirsi parte viva del corpo di Cristo che è la Chiesa e strumenti preziosi nelle sue mani.

Angela Mulas – Italia

 

È stato incredibile perché sono cresciuto nell’amore e nel rispetto di Cristo e della Comunità. Nella mia piccolezza ho sentito l’amore traboccante della Santissima Trinità. Una forza sviluppata nella mia anima e che mi spinge ancora verso Cristo, mio Signore. È stata una fonte di ispirazione e di forza, e spero di potervi partecipare molte altre volte. Che Dio benedica il nostro viaggio oggi e sempre, Shalom.

Luana Meus – Brasile

 

“Noi siamo tuoi strumenti che tu devi accordare, e formare un’armonia che si eleva e diffonde la tua lode”.  Il 31 Ottobre durante l’evento “Created 4 greatness” organizzato da CHARIS International ho sentito forte queste parole. I giovani provenienti dai 50 Paesi del mondo, nel canto di lode erano nella mia stessa stanza, non dietro una web, erano con me nello Spirito, miei fratelli e sorelle. Condividere una simile esperienza con i ragazzi della Comunità Gesù Risorto e i giovani carismatici di tutto il mondo mi ha fatto dono di unione, di felicità, di forza ma soprattutto di speranza. Non solo noi giovani, ma tutti quanti, in questo periodo storico abbiamo davvero bisogno di forza e di speranza, che il Signore e l ‘unione nella fede può e sa donarci.

Annalia Grassi – Italia

 

La mia esperienza nella veglia di CHARIS è stata del tutto nuova cominciando dal fatto che fosse online e che fosse un’esperienza che ha coinvolto giovani Carismatici di ogni nazione del mondo. Il momento più bello di questa veglia e il principale motivo per cui siamo stati chiamati a partecipare rappresentando la comunità Gesù Risorto È stato il canto in lingue che a seguito di un canto svolto da una band straniera si è andato a creare questo momento di preghiera molto intenso che personalmente non pensavo mi avesse coinvolto così tanto, trattandosi comunque di una preghiera a distanza. Sono sicuro che questa esperienza mi resterà dentro soprattutto grazie fratelli con cui l’ho condivisa che l’hanno resa speciale.

Giampaolo Quercia – Italia

 

 

 

“Una notte di sorprese”, così definisco la sera che ho partecipato alla veglia di CHARIS, dal senso di fraternità con i ragazzi della mia comunità, all’unione provata con persone che nemmeno conoscevo. Inizialmente non mi sarei mai aspettata di provare tutto ciò, faccio sempre un po’ di fatica a mettermi in preghiera tramite il web ma, durante la serata, mi sono sentita parte di un qualcosa di grande: una ragazza chiamata a servire il Signore attraverso i doni che Egli le ha donato. Durante l’adorazione e il canto in lingue di tutti i giovani, ho sentito forte la potenza dello Spirito Santo. Non eravamo più soli ma, come abbiamo constatato noi giovani della comunità Gesù Risorto, “un’unica voce rivolta verso Dio”.  Con questa serata ho riscoperto la bellezza di stare insieme e di vivere a pieno l’amore del Signore, sempre con quella spiritualità che mai ci abbandona.  

Marina Tota – Italia

 

La veglia di CHARIS è stata una notte speciale: un fiume di grazia si è riversato su di me e su quanti hanno partecipato! Io, italiano, mi trovo in Francia per l’università ma quella sera ogni distanza fisica è stata abbattuta nel nome di Colui che ha donato il suo Sangue per noi! Mi sono sentito vicino a tutti i miei fratelli italiani ed, ancora, a tutti i fratelli del mondo: in una notte dove il mondo celebra la morte, noi abbiamo avuto la gioia e l’onore di celebrare la Vita, la Risurrezione! Un piccolo pezzo di Paradiso è entrato nella mia nuova residenza e quella pienezza dello Spirito Santo continua ad accompagnarmi in questa nuova esperienza! Grazie CHARIS! Grazie Papa Francesco! Grazie Gesù, perché ancora una volta hai portato Luce nella mia vita!

Marco Gargiulo – Italia

 

Creati per la santità è stato il tema della veglia organizzata da CHARIS per i giovani carismatici. Appena ho letto il tema della veglia nel cuore ho sentito che il Signore per noi giovani aveva prospettato un momento forte di amore, gioia, unione che mi sarebbe rimasto impresso nel cuore. E così è stato. La veglia è stata un’esplosione di gioia. Erano collegati più di 200 giovani, da ogni parte del mondo, ognuno parlava una lingua differente, avremmo potuto avere problemi di comprensione, ed invece regnava l’armonia, riuscivamo a capirci senza avere problemi perché parlavamo tutti lo stesso linguaggio, il linguaggio dell’amore. Solo grazie all’unzione dello Spirito Santo su ognuno di noi siamo stati capaci di trasmettere ai fratelli a casa ciò che noi vivevamo, un immenso amore! Noi giovani abbiamo bisogno che ci venga annunciato l’amore di Gesù. Il vero amore che dona libertà, cura le ferite più profonde, ti dona forza per rialzarti dopo una caduta, soprattutto che dona senza voler nulla in cambio. Noi giovani abbiamo bisogno di sentirci amati. Tutti insieme abbiamo vissuto un’esperienza meravigliosa. È bello essere chiamati a servizio, non c’è cosa più bella di servire per amore e amare per servire. Attraverso il servizio ti rendi strumento del Signore ma al tempo stesso non rimani con le tasche vuote, anzi Lui le riempie il doppio della loro capienza. Durante la veglia ho sperimentato ancora di più la potenza del mettersi al servizio del Signore e ne sono uscita edificata. Grazie Gesù perché ogni giorno mi chiami a servirti. Grazie Gesù che hai riempito il mio cuore con il tuo immenso amore.

Carmen Franzese – Italia